Zuppa Cosmica - Maria Lipartiti

In questa raccolta di racconti brevi e/o brevissimi è rappresentato un discreto numero di sotto generi della fantascienza. Ci sono i tecnici riparatori di satelliti che si ritrovano a viaggiare nel tempo. C'è una donna che prova un nuovo prodotto anti-aging. Ci sono due studenti di medicina che incappano in uno strano automa. C'è una fuggiasca da un mondo che non tollera errori genetici. C'è una settimana impersonata. Ci sono gli animali fantastici. I cadetti spaziali marziani. Esotici e costosi sex toy. Scavenger scavezzacollo. Ucronie oceaniche e i naufraghi spazio-temporali. C'è persino la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto quanto.

La scrittura è asciutta ma piacevole. Il tono sempre leggero, sereno e quasi sorridente anche quando le storie virano (non spesso, eh) sul macabro o sul drammatico. Non sono racconti a sorpresa (che poi non mi piacciono molto) e nemmeno complessi ed enigmatici dilemmi esistenziali.
Sono ipotesi, sequenze, situazioni raccontate per passare un po' di tempo viaggiando con la fantasia.

Mi è piaciuto, lo consiglio.