Progetti scemi 2017 #1 (come Prisma, ma per l'audio)

Conosci l'Algoritmo Neurale per lo Stile Artistico? Si tratta di quell'algoritmo che permette di applicare a una qualsiasi immagine (una foto, un disegno, ecc) lo 'stile artistico' di un'altra immagine di riferimento. È una spiegazione banale che però nasconde una tecnologia piuttosto complessa e concetti come la separazione tra 'contenuto' e 'stile' che gli artisti umani applicano in continuazione senza mai quasi accorgersene, ma che una macchina fa molto più fatica a gestire.

Beh, adesso che ci sono tanti sistemi di reti neurali e che quasi ognuno (anche tuo cugino, sì) può applicare algoritmi di deep learning, emergono diversi strumenti di successo come deepart.io o Prisma che permettono di realizzare delle opere artistiche in maniera 'algoritmica'.

Ok, e l'idea scema dove sta?

Beh, perché limitarci alle immagini? Perché non applicare gli stessi algoritmi all'audio?

Dopotutto il concetto di 'stile' dovrebbe poter essere estratto anche da altri media. Nel caso dell'audio, possiamo immaginare che un algoritmo sia in grado di individuare lo 'stile' del rock, del gospel, del blues, del jazz? O lo stile di un cantante? E che possa riapplicarlo a una canzone presa da un altro file audio? Sembra difficile? Andiamo, viene già fatto con un'immagine digitale...

Io qualche esperimento lo farei, anche se sicuramente altri ci stanno già provando. (*)

E poi, andiamo oltre, perché non farlo con un testo?

(il video l'hanno già fatto)

(*) update al volo.