Equitalia, non mi mancherai

'SOGGETTO SENZA CARICHI'

Così, a caratteri maiuscoli, come scrive chi non conosce la netiquette. Quanto c'è voluto per avere questa scritta stampata su un misero foglio di carta? Un'eternità, tanta ansia, la paura a ogni busta ricevuta da un corriere comunale.

Parlo delle tante, troppe sanzioni false ricevute da Equitalia, quelle sanzioni per le quali ogni volta ho dovuto mandare in missione il commercialista a chiedere chiarimenti e presentare ricevute. Sanzioni che puntualmente venivano annullate salvo poi non aggiornare mai la situazione in archivio. Bravi. Davvero bravi. Sanzioni da migliaia di euro che arrivavano, magari, in agosto o a dicembre, casualmente nei mesi con meno giorni utili per organizzarsi.

È che fa brutto, poi, dire in giro che la burocrazia è in malafede.

Sono solo impiegati oberati di lavoro, tartassati come tutti? A me il dubbio rimane.

Forse per quella ripetuta incapacità di aggiornare la situazione, forse per quei ripetuti errori che prima o poi, chissà, se butta bene e prendi il contribuente per stanchezza fai entrare qualcosina in più nelle casse dello stato?

Forse.

Ma dovevo capirlo. Fin dai primi giorni da libero professionista, quando ricevetti la visita degli impiegati dell'Agenzia delle Entrate. Pieni di spocchia, arroganti, simili nell'atteggiamento ai bravi del Manzoni. Gli mancava solo la retina in testa. Il loro messaggio è stato chiaro fin da subito: per il fisco, in qualità di libero professionista, ero automaticamente un evasore. Ma anche nell'Agenzia delle Entrate sono tutte brave persone e non si può pensare male. O forse no.

E in effetti me lo avevano detto che non era un mestiere per gli onesti, perché gli onesti non potevano farcela. Ma questa lotta è andata avanti per anni. È andata avanti anche dopo aver chiuso la partiva IVA, dopo aver mandato un po' tutto a quel paese, dopo aver rinunciato a un sacco di opportunità pur di evitare ulteriori disagi.

Ed ora è finita qui? No, non voglio illudermi. Forse è finita solo una parte della storia, con un tagliandino che dice 'SENZA CARICHI' ma che non mi garantisce nulla, perché nulla vieta che un altro burocrate domani si svegli inventandosi altre sanzioni inesistenti. E via, si ricomincerà da capo.

Comunque grazie, Equitalia. Mi dicono che nel 2017 non ci sarai più.

Non mi mancherai.